R-innovamenti italiani 2013

R-innovamenti italiani 2013 (di Massimo Preziuso su L’Unità)

Si può dire quel che si vuole, ma un primo rinnovamento italiano, domenica e lunedì scorsi, in Italia c’è stato eccome.

A prima vista, i cambiamenti avvenuti possono anche sembrare modesti, ma a guardar bene, l’Italia che esce dal primo turno delle elezioni amministrative è in nuce già una Italia rinnovata.

Vediamo in sintesi perchè:

– Il Movimento Cinque Stelle è ora il principale virus di sana società civile entrato nel sistema immunitario ormai davvero senza forze del sistema partitico italiano, e farà da apripista a numerose iniziative civiche alle elezioni politiche del 2013.

– Le tante liste civiche scese in campo nella battaglia amministrativa, insieme ai partiti tradizionali o da indipendenti, sono in molti casi risultate più forti delle liste con sigla partitica, e questo è un dato altrettanto forte.

– Il PDL e la Lega sono già da annoverare come esperienze politiche passate: dovranno cambiare ragione sociale e sigla presto, travolte ormai da enormi problematiche interne e da questa lunghissima crisi economica nei fatti generata dal loro inattivismo politico e resa oggi così esasperata ed esasperante dalla (in) azione dell’attuale governo tecnico.

– Il PD – unico partito politico in Italia (dopo che l’eventuale alternativa ad esso – il Terzo Polo – è già stata rapidamente archiviata il giorno stesso in cui doveva nascere, per bocca del leader Casini) – è nei fatti ancora incapace di sperimentare un cambiamento sostanziale e rimane a difendere una “posizione dominante”: si comporta infatti come un grande operatore industriale che opera in un mercato protetto, in cui però presto arriverà una naturale ondata di “liberalizzazioni” e di “aperture” che rischia di travolgerlo. Lo si è visto nella scelta dei candidati sindaco in varie città di Italia, dove ha prevalso una assurda continuità (che poi lo ha penalizzato), nonostante il vento di innovazione, che ormai sta sfondando le porte di Italia e di Europa.

In tutto questo quadro politico, ci avviamo ormai verso quell’ #annozero2013 italiano di cui scrivo da tempo, e che proprio oggi la Commissione Europea certifica intravedendo addirittura la necessità di una ulteriore manovra finanziaria per 8 miliardi di euro in un contesto di rapporto deficit/Pil 2012 a -2% e 2013 a -1,1% nel 2013, nonostante il pregresso di sacrifici e di austerità imposta ai cittadini nei mesi scorsi.

E’ proprio per questo travagliato quadro politico ed economico che ci si aspetta grandi cambiamenti nei prossimi 12 mesi che ci porteranno alle elezioni politiche.

La domanda che ci si pone è: ce la farà il Partito Democratico a diventare, dopo 5 anni di avviamento, quel naturale attrattore delle tante energie distribuite nel BelPaese, fuori dalle istituzioni, che comunque porteranno avanti questa rivoluzione all’italiana? Oppure queste tante energie nuove si aggregheranno intorno a Beppe Grillo o a nuovi leader che prenderanno rapidamente la scena, imponendosi come forza di “distruzione creativa” italiana?

E’ ormai attorno a questa domanda – e alla risposta ad essa – che ci giochiamo il futuro del Paese: nell’ #Italiannozero2013 appunto.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

L’Idv frusinate era la Bonaviri

L’ IDV FRUSINATE  ERA BONAVIRI (dal Blog di Anna Maria Rossini)

L’ Urna spietata dei cittadini – elettori di Frosinone ha decretato che a Frosinone non può attecchire il Partito di Di Pietro senza lo spessore umano, sociale, politico di Giuseppina Bonaviri. Gli analisti del voto cincischiano sul tracollo dell’ IDV a Frosinone. C’ è poco da girarci intorno, l’ IDV a Frosinone ed in tutta la Ciociaria, come la conosci la eviti; sta perdendo pezzi a rotta di collo perchè la politica non la sanno fare, la politica non sanno neppure dove stia di casa, il bene comune è un optional, il predicare bene e razzolare male è stato scoperto, la politica degli affari …si questa la conoscono bene, perchè Tonino “docet”. Ed avendo perso il pezzo da novanta, Giuseppina Bonaviri, l’ ardimentosa dottoressa che ha dato filo da torcere a tutti i competitors, e soprattutto ha fatto terra bruciata all’ IDV, hanno raffazzonato una lista perdente perche non frusinati, tant’ è che ben 7 candidati hanno preso zero (0) voti o non si sono votati neppure loro, per caso? Ora al ballottaggio Ottaviani-Marini e l’ IDV ha già pubblicizzato l’ appoggio a Marini e Bonaviri?. Ha poca importanza, i dato politico è che, a Frosinone, l’ IDV senza la Bonaviri è un contenitore vuoto…prima erano in consiglio comunale…ora out.

Lascia un commento

Archiviato in Beni Comuni, bonaviri sindaco, bonaviriafrosinone, Donne, Frosinone, Innovazione tecnologica, Mediterraneo, Nuove Generazioni, Sostenibilità ambientale

Frosinone, Grazie!

Frosinone, Grazie!

Giuseppina Bonaviri

Lascia un commento

Archiviato in Beni Comuni, bonaviri sindaco, bonaviriafrosinone, Donne, Frosinone, Futuro, Innovazione tecnologica, Mediterraneo, Nuove Generazioni, Sostenibilità ambientale

Dalle 15 siamo al Comitato elettorale con Giuseppina Bonaviri a seguire lo spoglio

Vi aspettiamo dalle 15 al nostro Comitato Elettorale in Vicolo Moccia.

Comitato Bonaviri

Lascia un commento

Archiviato in Beni Comuni, bonaviri sindaco, bonaviriafrosinone, Donne, Frosinone, Futuro, Innovazione tecnologica, Mediterraneo, Nuove Generazioni, Sostenibilità ambientale

Giuseppina Bonaviri vota al seggio elettorale

Lascia un commento

Archiviato in Beni Comuni, bonaviri sindaco, bonaviriafrosinone, Donne, Frosinone, Futuro, Innovazione tecnologica, Mediterraneo, Nuove Generazioni, Sostenibilità ambientale

Comizio finale Giuseppina Bonaviri 3 Maggio 2012

Un riassunto del “Comizio finale Giuseppina Bonaviri 3 Maggio 2012”, Piazzale Vittorio Veneto, Frosinone

Lascia un commento

Archiviato in Beni Comuni, bonaviri sindaco, bonaviriafrosinone, Donne, Frosinone, Futuro, Innovazione tecnologica, Mediterraneo, Nuove Generazioni, Sostenibilità ambientale

Lettera aperta a Frosinone (di Giuseppina Bonaviri)

Immagine

Parlare di questa città vuol significare tornare a rivisitare con il cuore le sue origini, le diverse identità che hanno nei secoli popolato i suoi luoghi, le antiche tradizioni con i diversi momenti di cambiamenti profondi.

Parlare di Frosinone come piccola capitale è parlare della Ciociaria.

La Ciociaria“grande e solenne paese che circonda con la solitaria irradiazione di memorie la divina Roma”, con la valli del Sacco e del Liri, i monti Ernici, con la presenza dei volsci, equi, pelasgi, con le mura saturnie e le donne balie prosperose, vitali e nobili, sane e genuine, con la sua gente tenace e cordiale, appassionata ed ospitale, estroversa,  con le tante contrade e i sentieri ventosi, i suoi castagneti e le dolci colline di ulivi, la inula viscosa, i gigli di bosco, i passeri migranti in autunno, è terra di civiltà antichissime.

E’ terra di Cicerone e Caio Mario, Marco Vespanio Agrippa e Giovenale, è terra di papi e grandi artisti, di dialetti che si intrecciano alle diverse angolature stellari.

E’ terra dove proposte e progetti chiamano al futuro impegno sociale e politico, un impegno che vogliamo lontano dalla virulenza della contrapposizione tra nord e sud, una terra che non più sonnolenta, tra luci e ombre, tra  Roma e Napoli si risveglia dal letargo durato quasi un ventennio.

Frosinone è culla di saperi forzosamente sopiti che attendono giustizia e dove purtuttavia si continua a sperare sapendo che il destino di giovani, donne, anziani, immigrati,  precari, di operai, di imprenditori, di professionisti insomma di noi gente comune, coraggiosa e valente, non resti sotterrato ma fiduciosamente ispirato a criteri di equità e responsabilità, merito e rigore, discontinuità, autorevolezza e prestigio quello che solo un serio cambio di marcia fuori dai partiti e dalle nomenklature può, oggi, assicurare.

Questo noi vogliamo confermare alla nostra città con la nostra azione trasparente e con la nostra attiva presenza.

Vogliamo stroncare i meccanismi di deriva istituzionale in un momento in cui  oscurantismo e corruzione hanno corroso la res pubblica, vogliamo ridare smalto alla giustizia sociale e bloccare tutte le nuove forme di povertà e di oppressione. Vogliamo ripartire, vogliamo tornare a sperare, vogliamo tornare a sorridere.

Non possiamo continuare a subire, non ci si può rassegnare alla ragione dell’esclusività.  Il pregresso VUOTO ISTITUZIONALE non ha sbarrato la strada ad un SANO PROGETTO POLITICO. Fa che questo percorso diventi anche tuo!

Il buon governo non si improvvisa e la stabilità di un territorio passa dalla laboriosità anche della sua gente. Quella gente siamo noi, toccherà a noi allora far si che si avvii un cammino sano, fuori da steccati e cricche, fuori dalle malefatte di faide, fuori dalle falsità, dall’affarismo, dagli atti di fede acritici. Abbiamo voglia di farci sentire, lo abbiamo fatto e continueremo, con il cuore desideroso di dare più che di ricevere. Stasera qui con voi segnalare parole come bene pubblico, cosa pubblica, solidarietà, volontariato non appare più folle: piccoli mutamenti stanno avvenendo.

Frosinone è rimasta  senza ANIMA, collassata. Proteggiamola ritrovando l’amor patrio, ritrovando la voglia di esserci, l’autonomia di pensiero. Il principio “ una testa un voto” dove solo la libera scelta del singolo può tornare ad essere attività decisionale e di verifica sia la via maestra da subito.

Il mio  invito aperto e plurale è diretto a tutti coloro che pensano che per vincere le battaglie, sia necessario lasciare da parte le resistenze superando le incertezze. Andiamo a votare. Per un nuovo modello di eccellenza di Frosinone, per una Frosinone piccola capitale ti chiediamo: presta attenzione alla tua terra, ascoltala.

 Buon esercizio della democrazia domenica e lunedì prossimo.

 E soprattutto buon voto libero a tutti noi.

                                                                                  Giuseppina Bonaviri

                          Candidata Sindaco Amministrative Frosinone 2012

                                                                            www.bonaviriafrosinone.wordpress.com

                                                                                              bonaviriafrosinone@gmail.com

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized